Governo italiano (iniziative, dinamiche, personaggi)

La casa delle chiacchiere e del cazzeggio
matador0975
Località: Torino
Messaggi: 65
Iscritto il: 19/07/2019, 13:43

Re: Governo italiano (iniziative, dinamiche, personaggi)

09/10/2019, 14:58

blau-weiss ha scritto:
matador0975 ha scritto:
09/10/2019, 11:33
Il Sigaro ha scritto:
09/10/2019, 10:53
A me la cosa preoccupa addirittura, pensa un po’.
Aspè sei preoccupato perche 600 persone (400 +200) sono troppo poche per fare quello che devono fare?
o perche 600 persone su 60milioni è una rappresentanza troppo bassa?

direi che chiaramente è un risparmio del menga ma sinceramente non trovo preoccupazioni nel ridurre le persone che stanno al parlamento ...
Dipende. Con la legge elettorale attuale è un numero troppo basso perchè tagli un bel po' di rappresentatività. Oltretutto, qualora venisse un giorno riformato il senato c'è il rischio di trovarsi con una camera sola abbastanza piccola per un paese di 60milioni di abitanti.
Detto ciò, il vero cambiamento puoi farlo riformando il senato. Il taglio dei parlamentari, nella migliore delle ipotesi, lascia tutto come è.
Ma cosa intendete con rappresentativita?
Prima c'era un onorevole ogni 65000 abitanti ora ogni 100000.
Ma cosa csmbia?il partito del 2%non entrava prima e non entra ora.
Io sinceramente non lo vedo grave

Inviato dal mio SM-J530F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Skyblues
Messaggi: 197
Iscritto il: 08/05/2019, 7:36

09/10/2019, 17:04

è una cosa buona, senza dubbio. ma non mi pare potesse essere una priorità. piuttosto, una bella spending review sugli uffici pubblici.....
Avatar utente
Massimo G
Località: Roma
Messaggi: 283
Iscritto il: 12/05/2019, 10:04

09/10/2019, 17:10

Skyblues ha scritto:
09/10/2019, 17:04
è una cosa buona, senza dubbio. ma non mi pare potesse essere una priorità. piuttosto, una bella spending review sugli uffici pubblici.....
ma perchè a casa tua butti nel cesso 10 euro perchè so pochi?
Boia chi molla!
El Pelat
Messaggi: 75
Iscritto il: 11/05/2019, 23:31

09/10/2019, 17:44

che cosa intendete per rappresentatività? Territoriale o che ora vi sarà 1 parlamentare ogni x abitanti e prima ogni y abitanti?
Gato
Messaggi: 470
Iscritto il: 09/05/2019, 16:46

09/10/2019, 19:03

La seconda.
Avatar utente
blau-weiss
Località: Polonia
Messaggi: 264
Iscritto il: 15/05/2019, 15:01

09/10/2019, 19:03

El Pelat ha scritto:
09/10/2019, 17:44
che cosa intendete per rappresentatività? Territoriale o che ora vi sarà 1 parlamentare ogni x abitanti e prima ogni y abitanti?
Dei partiti o territoriale, a seconda della legge elettorale.

Come in Spagna, puoi pure avere un proporzionale puro ma se tot seggi li distribuisci su un territorio grande i partiti più piccoli rimangono fuori così come la possibilità di rappresentare effettivamente quel territorio.
Gato
Messaggi: 470
Iscritto il: 09/05/2019, 16:46

09/10/2019, 19:22

La riforma è stata sbandierata come taglio delle poltrone, quindi anticasta.
Un siluro fra le chiappe della casta, niente più.
Ah no, aspe'.. almeno un annetto ancora belli comodi sulle poltrone, perché col cazzo che puoi andare al voto se prima non ridisegni i collegi, la legge elettorale, ecc..

Se basta ridurre il numero dei parlamentari per risparmiare soldi, perché allora non portarli a 200 in tutto? Oppure 100..

Mi spiegate perché altri paesi europei (Francia, Germania, Spagna, ecc) hanno più parlamentari di noi ma spendono di meno?

Fusse che fusse che il problema non è il numero dei seggi?
matador0975
Località: Torino
Messaggi: 65
Iscritto il: 19/07/2019, 13:43

09/10/2019, 19:34

Gato ha scritto:La riforma è stata sbandierata come taglio delle poltrone, quindi anticasta.
Un siluro fra le chiappe della casta, niente più.
Ah no, aspe'.. almeno un annetto ancora belli comodi sulle poltrone, perché col cazzo che puoi andare al voto se prima non ridisegni i collegi, la legge elettorale, ecc..

Se basta ridurre il numero dei parlamentari per risparmiare soldi, perché allora non portarli a 200 in tutto? Oppure 100..

Mi spiegate perché altri paesi europei (Francia, Germania, Spagna, ecc) hanno più parlamentari di noi ma spendono di meno?

Fusse che fusse che il problema non è il numero dei seggi?
Ma sei sicuro che germania e francia hanno piu parlamentari di noi?

Inviato dal mio SM-J530F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
blau-weiss
Località: Polonia
Messaggi: 264
Iscritto il: 15/05/2019, 15:01

09/10/2019, 23:39

matador0975 ha scritto:
09/10/2019, 14:58
blau-weiss ha scritto:
matador0975 ha scritto:
09/10/2019, 11:33
Il Sigaro ha scritto:
09/10/2019, 10:53
A me la cosa preoccupa addirittura, pensa un po’.
Aspè sei preoccupato perche 600 persone (400 +200) sono troppo poche per fare quello che devono fare?
o perche 600 persone su 60milioni è una rappresentanza troppo bassa?

direi che chiaramente è un risparmio del menga ma sinceramente non trovo preoccupazioni nel ridurre le persone che stanno al parlamento ...
Dipende. Con la legge elettorale attuale è un numero troppo basso perchè tagli un bel po' di rappresentatività. Oltretutto, qualora venisse un giorno riformato il senato c'è il rischio di trovarsi con una camera sola abbastanza piccola per un paese di 60milioni di abitanti.
Detto ciò, il vero cambiamento puoi farlo riformando il senato. Il taglio dei parlamentari, nella migliore delle ipotesi, lascia tutto come è.
Ma cosa intendete con rappresentativita?
Prima c'era un onorevole ogni 65000 abitanti ora ogni 100000.
Ma cosa csmbia?il partito del 2%non entrava prima e non entra ora.
Io sinceramente non lo vedo grave

Inviato dal mio SM-J530F utilizzando Tapatalk
Non é grave infatti. Al più è una cosa del tutto inutile che sbandierano come grande successo.
Gato
Messaggi: 470
Iscritto il: 09/05/2019, 16:46

10/10/2019, 0:31

matador0975 ha scritto:
09/10/2019, 19:34
Gato ha scritto:La riforma è stata sbandierata come taglio delle poltrone, quindi anticasta.
Un siluro fra le chiappe della casta, niente più.
Ah no, aspe'.. almeno un annetto ancora belli comodi sulle poltrone, perché col cazzo che puoi andare al voto se prima non ridisegni i collegi, la legge elettorale, ecc..

Se basta ridurre il numero dei parlamentari per risparmiare soldi, perché allora non portarli a 200 in tutto? Oppure 100..

Mi spiegate perché altri paesi europei (Francia, Germania, Spagna, ecc) hanno più parlamentari di noi ma spendono di meno?

Fusse che fusse che il problema non è il numero dei seggi?
Ma sei sicuro che germania e francia hanno piu parlamentari di noi?

Inviato dal mio SM-J530F utilizzando Tapatalk
Dopo questa riforma sì.

l'italia spende, solo per la Camera, circa il doppio della Francia, quattro volte in più dell'inghilterra (che ha più membri), e circa 10 volte di meno della spagna.
Gato
Messaggi: 470
Iscritto il: 09/05/2019, 16:46

10/10/2019, 8:26

E' altresì vero (e qui farò arrapare el Pelat), che questa riforma è stata praticamente votata all'unanimità dalla Camera, quindi dai nostri rappresentanti, ovvero da noi.

L'abbiamo deciso noi.
El Pelat
Messaggi: 75
Iscritto il: 11/05/2019, 23:31

10/10/2019, 10:02

Gato ha scritto:
10/10/2019, 8:26
E' altresì vero (e qui farò arrapare el Pelat), che questa riforma è stata praticamente votata all'unanimità dalla Camera, quindi dai nostri rappresentanti, ovvero da noi.

L'abbiamo deciso noi.
Per me la riduzione dei parlamentari è una cazzata. E’ la bistecca lanciata in una gabbia di leoni affamati.

Il discorso della territorialità è una cazzata. Nei collegi sicuri ci mettono i big a cui non frega un cazzo dei territori. Per fare un esempio, Casini è stato eletto –tra gli altri- nei collegi di Bologna, Maglie (Lecce), Pomezia. Nelle circoscrizioni è stato eletto in Campania, Emilia Romagna, Puglia, Lazio, Lombardia, Liguria. Venitemi a dire che Casini era il rappresentante di Pomezia e comuni limitrofi. Ha fatto il deputato dal 1983 al 2013; dal 2013 ad oggi è senatore. Tutto lascia pensare che non farà parte dei 375 parlamentari tagliati, deve trovare il partito che lo ricandida, l’ultima volta è stato con il Pd.

I trombati dalla legge del taglio dei parlamentari andranno a finire in consigli di amministrazione e varie.
Avatar utente
Massimo G
Località: Roma
Messaggi: 283
Iscritto il: 12/05/2019, 10:04

10/10/2019, 11:14

El Pelat ha scritto:
10/10/2019, 10:02
Gato ha scritto:
10/10/2019, 8:26
E' altresì vero (e qui farò arrapare el Pelat), che questa riforma è stata praticamente votata all'unanimità dalla Camera, quindi dai nostri rappresentanti, ovvero da noi.

L'abbiamo deciso noi.
Per me la riduzione dei parlamentari è una cazzata. E’ la bistecca lanciata in una gabbia di leoni affamati.

Il discorso della territorialità è una cazzata. Nei collegi sicuri ci mettono i big a cui non frega un cazzo dei territori. Per fare un esempio, Casini è stato eletto –tra gli altri- nei collegi di Bologna, Maglie (Lecce), Pomezia. Nelle circoscrizioni è stato eletto in Campania, Emilia Romagna, Puglia, Lazio, Lombardia, Liguria. Venitemi a dire che Casini era il rappresentante di Pomezia e comuni limitrofi. Ha fatto il deputato dal 1983 al 2013; dal 2013 ad oggi è senatore. Tutto lascia pensare che non farà parte dei 375 parlamentari tagliati, deve trovare il partito che lo ricandida, l’ultima volta è stato con il Pd.

I trombati dalla legge del taglio dei parlamentari andranno a finire in consigli di amministrazione e varie.
Rolà è una cazzata che ce costava solo circa 100 milioni di euro l'hanno.
Poi il rapporto rappresentati/parlamentari in un mondo così digitalizzato non conta più un cazzo, o meglio conta molto molto molto molto meno di 50 anni fa quando il parlamentare doveva riceve fisicamente l'elettore al paesetto
Boia chi molla!
matador0975
Località: Torino
Messaggi: 65
Iscritto il: 19/07/2019, 13:43

10/10/2019, 11:15

Gato ha scritto:
10/10/2019, 0:31
matador0975 ha scritto:
09/10/2019, 19:34
Gato ha scritto:La riforma è stata sbandierata come taglio delle poltrone, quindi anticasta.
Un siluro fra le chiappe della casta, niente più.
Ah no, aspe'.. almeno un annetto ancora belli comodi sulle poltrone, perché col cazzo che puoi andare al voto se prima non ridisegni i collegi, la legge elettorale, ecc..

Se basta ridurre il numero dei parlamentari per risparmiare soldi, perché allora non portarli a 200 in tutto? Oppure 100..

Mi spiegate perché altri paesi europei (Francia, Germania, Spagna, ecc) hanno più parlamentari di noi ma spendono di meno?

Fusse che fusse che il problema non è il numero dei seggi?
Ma sei sicuro che germania e francia hanno piu parlamentari di noi?

Inviato dal mio SM-J530F utilizzando Tapatalk
Dopo questa riforma sì.

l'italia spende, solo per la Camera, circa il doppio della Francia, quattro volte in più dell'inghilterra (che ha più membri), e circa 10 volte di meno della spagna.
ma per carità di Dio,
che si puo risparmiare in altri modi non c'è dubbio.
E' chiaro che non sono sti 100 milioni di risparmio l'anno a salvare l'italia quando hai decine di miliardi di inefficienze da altre parti.
Io quindi non dico menomale hanno tagliato i parlamentari.
Quello che dico è che non vedo il grido di chi dice che è in pericolo la democrazia visto che abbiamo "solo 600 persone" al parlamento/senato.
Anche perche facciamo i confrontio con germania/spagna quando magari noi oltre ai parlamentari abbiamo qualche centinaio di onorevoli regionali che magari non tutti hanno ...
Riforma fatta per fare contento il popolo, che cambierà poco o niente, ma che sicuramente (almeno per me) non farà danni ...
Il Sigaro
Località: Roma
Messaggi: 455
Iscritto il: 16/05/2019, 10:26

10/10/2019, 12:27

Il problema è che è un risparmio del cazzo (perdonate la schiettezza), visto che si va a risparmiare sull'unico organismo che dovrebbe essere invece tutelato.
Spacciare il taglio dei parlamentari per una riforma anti casta è davvero il colmo, considerato che il Parlamento è il solo organismo che rappresenta non la casta, ma i cittadini.
Ripeto, una riforma in linea con la tendenza totalitarista. E il fatto che ci spieghino che serve a risparmiare dimostra che si tratta di una presa per il culo.
Avatar utente
Massimo G
Località: Roma
Messaggi: 283
Iscritto il: 12/05/2019, 10:04

10/10/2019, 13:17

Il Sigaro ha scritto:
10/10/2019, 12:27
Il problema è che è un risparmio del cazzo (perdonate la schiettezza), visto che si va a risparmiare sull'unico organismo che dovrebbe essere invece tutelato.
Spacciare il taglio dei parlamentari per una riforma anti casta è davvero il colmo, considerato che il Parlamento è il solo organismo che rappresenta non la casta, ma i cittadini.
Ripeto, una riforma in linea con la tendenza totalitarista. E il fatto che ci spieghino che serve a risparmiare dimostra che si tratta di una presa per il culo.
il problema è stato proprio che nel tempo se semo accorti, visti i risultati, che è un organismo che:
1 non deve essere tutelato
2 che sono cambiati i tempi ed eventualmente puoi tutelare lo stesso un organismo composto da meno persone
Boia chi molla!
Il Sigaro
Località: Roma
Messaggi: 455
Iscritto il: 16/05/2019, 10:26

10/10/2019, 13:27

Massimo G ha scritto:
10/10/2019, 13:17
Il Sigaro ha scritto:
10/10/2019, 12:27
Il problema è che è un risparmio del cazzo (perdonate la schiettezza), visto che si va a risparmiare sull'unico organismo che dovrebbe essere invece tutelato.
Spacciare il taglio dei parlamentari per una riforma anti casta è davvero il colmo, considerato che il Parlamento è il solo organismo che rappresenta non la casta, ma i cittadini.
Ripeto, una riforma in linea con la tendenza totalitarista. E il fatto che ci spieghino che serve a risparmiare dimostra che si tratta di una presa per il culo.
il problema è stato proprio che nel tempo se semo accorti, visti i risultati, che è un organismo che:
1 non deve essere tutelato
2 che sono cambiati i tempi ed eventualmente puoi tutelare lo stesso un organismo composto da meno persone
Purtroppo non è così, Massimo.
Possiamo raccontarci tutto quello che vogliamo, ma l'attacco al Parlamento è la fine di un sistema democratico e l'apertura al totalitarismo. E' un fatto tecnico, non è una fantasia. Poi se dobbiamo dire che va bene qualsiasi proposta che provenga da Tizio o da Caio solo perché l'ha fatta Tizio o Caio, allora il discorso è diverso. Ovvio che se preferiamo uno Stato totalitarista, per carità, allora il Parlamento lo possiamo pure chiudere del tutto. Torniamo un po' indietro, credo, ma magari è questo che si intende per "decrescita felice".
Avatar utente
Massimo G
Località: Roma
Messaggi: 283
Iscritto il: 12/05/2019, 10:04

10/10/2019, 13:47

Il Sigaro ha scritto:
10/10/2019, 13:27
Massimo G ha scritto:
10/10/2019, 13:17
Il Sigaro ha scritto:
10/10/2019, 12:27
Il problema è che è un risparmio del cazzo (perdonate la schiettezza), visto che si va a risparmiare sull'unico organismo che dovrebbe essere invece tutelato.
Spacciare il taglio dei parlamentari per una riforma anti casta è davvero il colmo, considerato che il Parlamento è il solo organismo che rappresenta non la casta, ma i cittadini.
Ripeto, una riforma in linea con la tendenza totalitarista. E il fatto che ci spieghino che serve a risparmiare dimostra che si tratta di una presa per il culo.
il problema è stato proprio che nel tempo se semo accorti, visti i risultati, che è un organismo che:
1 non deve essere tutelato
2 che sono cambiati i tempi ed eventualmente puoi tutelare lo stesso un organismo composto da meno persone
Purtroppo non è così, Massimo.
Possiamo raccontarci tutto quello che vogliamo, ma l'attacco al Parlamento è la fine di un sistema democratico e l'apertura al totalitarismo. E' un fatto tecnico, non è una fantasia. Poi se dobbiamo dire che va bene qualsiasi proposta che provenga da Tizio o da Caio solo perché l'ha fatta Tizio o Caio, allora il discorso è diverso. Ovvio che se preferiamo uno Stato totalitarista, per carità, allora il Parlamento lo possiamo pure chiudere del tutto. Torniamo un po' indietro, credo, ma magari è questo che si intende per "decrescita felice".
risparmiare 100 milioni di euro l'anno per un Paese in default come l'Italia e smontare un'istituzione che negli anni ha visto un'incidenza percentuale di inquisiti/indagati/condannati più alta di quella di Scampia po esse solo cosa buona e giusta.
Perchè allora con il ragionamento che fai tu non dovresti manco mette mano al CSM
Dai non scherzamo manco parlassimo del parlamento danese
Boia chi molla!
Avatar utente
blau-weiss
Località: Polonia
Messaggi: 264
Iscritto il: 15/05/2019, 15:01

10/10/2019, 14:39

El Pelat ha scritto:
10/10/2019, 10:02
Gato ha scritto:
10/10/2019, 8:26
E' altresì vero (e qui farò arrapare el Pelat), che questa riforma è stata praticamente votata all'unanimità dalla Camera, quindi dai nostri rappresentanti, ovvero da noi.

L'abbiamo deciso noi.
Per me la riduzione dei parlamentari è una cazzata. E’ la bistecca lanciata in una gabbia di leoni affamati.

Il discorso della territorialità è una cazzata. Nei collegi sicuri ci mettono i big a cui non frega un cazzo dei territori. Per fare un esempio, Casini è stato eletto –tra gli altri- nei collegi di Bologna, Maglie (Lecce), Pomezia. Nelle circoscrizioni è stato eletto in Campania, Emilia Romagna, Puglia, Lazio, Lombardia, Liguria. Venitemi a dire che Casini era il rappresentante di Pomezia e comuni limitrofi. Ha fatto il deputato dal 1983 al 2013; dal 2013 ad oggi è senatore. Tutto lascia pensare che non farà parte dei 375 parlamentari tagliati, deve trovare il partito che lo ricandida, l’ultima volta è stato con il Pd.

I trombati dalla legge del taglio dei parlamentari andranno a finire in consigli di amministrazione e varie.
Questo perchè il sistema che lo permette è una merda. Cambiare questi voti di scambio sarebbe una rivoluzione, non il taglio dei parlamentari.
Detto ciò passi la camera ma il senato si vota su base regionale. Ora io ho sempre fatto notare che questa cosa, pur presente in costituzione, non vale nulla. Eppure è stato il cavallo di battaglia degli stessi che hanno votato la riduzione dei parlamentari. Come ben detto da te, " la bistecca lanciata in una gabbia di leoni affamati".
Il Sigaro
Località: Roma
Messaggi: 455
Iscritto il: 16/05/2019, 10:26

10/10/2019, 18:32

Massimo G ha scritto:
10/10/2019, 13:47
Il Sigaro ha scritto:
10/10/2019, 13:27
Massimo G ha scritto:
10/10/2019, 13:17
Il Sigaro ha scritto:
10/10/2019, 12:27
Il problema è che è un risparmio del cazzo (perdonate la schiettezza), visto che si va a risparmiare sull'unico organismo che dovrebbe essere invece tutelato.
Spacciare il taglio dei parlamentari per una riforma anti casta è davvero il colmo, considerato che il Parlamento è il solo organismo che rappresenta non la casta, ma i cittadini.
Ripeto, una riforma in linea con la tendenza totalitarista. E il fatto che ci spieghino che serve a risparmiare dimostra che si tratta di una presa per il culo.
il problema è stato proprio che nel tempo se semo accorti, visti i risultati, che è un organismo che:
1 non deve essere tutelato
2 che sono cambiati i tempi ed eventualmente puoi tutelare lo stesso un organismo composto da meno persone
Purtroppo non è così, Massimo.
Possiamo raccontarci tutto quello che vogliamo, ma l'attacco al Parlamento è la fine di un sistema democratico e l'apertura al totalitarismo. E' un fatto tecnico, non è una fantasia. Poi se dobbiamo dire che va bene qualsiasi proposta che provenga da Tizio o da Caio solo perché l'ha fatta Tizio o Caio, allora il discorso è diverso. Ovvio che se preferiamo uno Stato totalitarista, per carità, allora il Parlamento lo possiamo pure chiudere del tutto. Torniamo un po' indietro, credo, ma magari è questo che si intende per "decrescita felice".
risparmiare 100 milioni di euro l'anno per un Paese in default come l'Italia e smontare un'istituzione che negli anni ha visto un'incidenza percentuale di inquisiti/indagati/condannati più alta di quella di Scampia po esse solo cosa buona e giusta.
Perchè allora con il ragionamento che fai tu non dovresti manco mette mano al CSM
Dai non scherzamo manco parlassimo del parlamento danese
Insomma tu sei favorevole ad eliminare il Parlamento? O ho capito male?
Ma poi che c’entra il CSM? Stai paragonando due organismi che non hanno nulla in comune.
E che c’entrano gli inquisiti? Stiamo discutendo dell’organo, non dei suoi singoli componenti.
Davvero non ti seguo.
Avatar utente
Jester
Messaggi: 101
Iscritto il: 11/05/2019, 23:58

10/10/2019, 21:48

Massimo G ha scritto:
10/10/2019, 13:47
Paese in default come l'Italia
Sei certo di quello che hai scritto?
Avatar utente
Massimo G
Località: Roma
Messaggi: 283
Iscritto il: 12/05/2019, 10:04

10/10/2019, 22:06

Jester ha scritto:
10/10/2019, 21:48
Massimo G ha scritto:
10/10/2019, 13:47
Paese in default come l'Italia
Sei certo di quello che hai scritto?
De certo non scrivo io che abbiamo un debito pubblico MONSTRE di 2.200 miliardi di euro. Se l'Italia fosse stata un'azienda sarebbe già sotto istanza di fallimento
Boia chi molla!
Avatar utente
Jester
Messaggi: 101
Iscritto il: 11/05/2019, 23:58

11/10/2019, 11:12

Massimo G ha scritto:
10/10/2019, 22:06
Jester ha scritto:
10/10/2019, 21:48
Massimo G ha scritto:
10/10/2019, 13:47
Paese in default come l'Italia
Sei certo di quello che hai scritto?
De certo non scrivo io che abbiamo un debito pubblico MONSTRE di 2.200 miliardi di euro. Se l'Italia fosse stata un'azienda sarebbe già sotto istanza di fallimento
però lo onoriamo puntualmente e quindi non siamo in default. il debito, peraltro, è in aumento.

Quindi o è un problema o non lo è, visto che il tuo governo (sia quando eravate fascisti che comunisti) non si pone il problema....

https://www.soldionline.it/notizie/macr ... liano-2019
Avatar utente
Massimo G
Località: Roma
Messaggi: 283
Iscritto il: 12/05/2019, 10:04

11/10/2019, 14:42

Ancora co governo co pagamo per cui semo solidi co quando c'era er fascio co 100 milioni so pochi co le pensioni minime alzate non risolve niente ciao core
Boia chi molla!
Avatar utente
alphonse
Località: Roma
Messaggi: 306
Iscritto il: 12/05/2019, 11:49

11/10/2019, 17:50

Io sono favorevoli alla riduzione dei parlamentari, peccato non abbiano mandato a morire pure i Senatori a vita di cui non comprendo francamente l'utilità, ma non per ragioni economiche perché è come sputare in mare quando tua suocera affoga, ma perché l'85% di loro non serve veramente ad un cazzo.

Torna a “Ponte Milvio”