Calcio o CIRCO BARNUM?!

Il calcio in generale in tutti i suoi aspetti
foketto
Località: xxx
Messaggi: 1849
Iscritto il: 09/05/2019, 19:42

Calcio o CIRCO BARNUM?!

11/11/2019, 10:23

Non si capisce più niente e ogni partita viene gestita in maniera più che personale da parte di arbitri che ormai sono nel frullatore.


Insomma... il calcio in questi ultimi 20 anni è cambiato in maniera netta e radicale : non c'è dubbio che alcune "nuove" regole dell'epoca si siano rivelate giuste a dispetto di quanti come me ne auspicavano l'abolizione immediata.

il retropassaggio al portiere,ad esempio,ha portato le squadre a tentare di giocare di più; anche la vittoria a 3 punti (che a me andava bene) ha portato una mentalità diversa e devo dire che il fallo da dietro spezza gambe è giusto che sia punito severamente... ma per il resto,a mio parere,non ci siamo,non ci siamo proprio.

Ad iniziare dal "fallo da ultimo uomo" ( che è cosa diversa dal fallo da dietro : uno sgambetto è una cosa,mentre entrare a martello da dietro è un'altra),ma qui mi rendo conto che possa esserci anche una visione soggettiva ed eccessivamente "romantica" : per me...il difensore deve sdraiare l'attaccante che se ne va.

Ma per il resto,dai palloni che sono diventati super tele, ai fuorigioco in linea che mo so diventati fuori linea,fino ai falli di mano assurdi o alla presunta volontarietà di fallo che decreta un rigore,per non parlare del VAR...per quanto mi riguarda stanno completando la trasformazione avviata da quel delinquente di Blatter molto tempo fa.

Allargate le porte di 2 metri già che vi ci trovate e fate giocare le partite in 10 contro 10,così finisce all'americana : le partite terminano 12 a 9 e siete tutti contenti,tra parrucche e facce pitturate.

Mi limito alla LAZIO di questi mesi : al netto del massacro (cecchino a comando) perpetrato con il VAR 2 anni fa,negli ultimi periodi ho visto rigore contro al derby che fa ridere,un rigore a favore ieri contro il Lecce che non avrei mai dato così come non avrei dato quello di Palomino su Immobile in Lazio Atalanta ...ma neanche quello contro che abbiamo preso sempre ieri contro il Lecce. Così come non era rigore nella finale di coppa Italia,così come migliaia di casi che vengono gestiti una volta in un senso e una volta nel segno opposto.

Non si capisce più nulla e sinceramente non so quanto sia voluto o semplice conseguenza di regole a cazzo di cane.

Che ne dite?!
Questa Maglia quando ti entra nel cuore lo avvolge e ne assume le sembianze. Ma che ne sanno gli altri... (Fefè).
Avatar utente
Massy73
Messaggi: 1958
Iscritto il: 11/05/2019, 22:28

11/11/2019, 12:09

Dico che Sottoscrivo tutto.

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

Concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur
Avatar utente
ValerioFiori
Località: Roma
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/05/2019, 1:21

11/11/2019, 12:26

Vasto argomento. Dolo non ce ne vedo: vero che tutte le modifiche regolamentari degli ultimi anni sono andate nel verso della spettacolarizzazione, ma vero anche che si è sempre evitato di fare stravolgimenti troppo grossi e le proposte più sbracate tipo la roba che si era inventato quello scemo di Van Basten non sono mai passate. Anzi, sulle cose più sbilanciate (tipo il rosso e rigore) si è anche riconosciuto l'errore e si è tornati indietro. L'intenzione di escogitare sistemi per impedire al gioco di essere noioso c'è, chiaro, però finora mi sembra sia stata esercitata tutto sommato con giudizio.
Il problema secondo me è che, nuove o vecchie, si tratta di regole pensate prima che arrivasse il var e/o su cui l'impatto del var ha determinato distorsioni a cui in un modo o nell'altro bisogna porre rimedio. Il discorso dei rigori che fai tu è sicuramente uno di questi: se io attaccante so che andando giù al minimo contatto posso farmi fischiare un rigore su cui il var non potrà intervenire, è anche naturale che una volta che sto dentro l'area il primo pensiero anziché tirare sarà di cercare un falletto e sperare in bene; idem sulla mano che è sempre mano e su cui il var ti chiama sempre: tirarla addosso al difensore sperando che gli finisca sul braccio diventa una giocata legittima. E allora o cambi il protocollo, o metti i challenge, o aggiusti il regolamento ma qualcosa devi fare perché questa tendenza sta scappando di mano.
L'altro caso clamoroso secondo me è il fuorigioco, che è proprio la dimostrazione di come la pretesa della massima scientificità risulti nel massimo dell'aleatorio. Una regola pensata quando non esistevano le cineprese (l'attaccante deve stare in linea col difensore) che si ritrova applicata con uno strumento che spacca il millimetro. Per cui succede che posizioni uguali, tutte in linea e tutte buone, siano valutate diversamente a seconda di elementi imponderabili nella frazione di secondo tipo la mezza recchia più indietro o la punta di scapola più avanti. Anche qui, non ho idea di come si potrebbe sistemare la cosa: rimetti che deve esserci luce tra i giocatori? consideri solo i piedi? introduci una soglia di tolleranza entro la quale giudichi a discrezione? Non lo so, ma qualcosa bisogna inventarsi
Arimettite ndo stavi quando amo segnato
piojoale
Località: Roma
Messaggi: 12
Iscritto il: 12/05/2019, 15:46

11/11/2019, 12:44

ValerioFiori ha scritto:
11/11/2019, 12:26
Vasto argomento. Dolo non ce ne vedo: vero che tutte le modifiche regolamentari degli ultimi anni sono andate nel verso della spettacolarizzazione, ma vero anche che si è sempre evitato di fare stravolgimenti troppo grossi e le proposte più sbracate tipo la roba che si era inventato quello scemo di Van Basten non sono mai passate. Anzi, sulle cose più sbilanciate (tipo il rosso e rigore) si è anche riconosciuto l'errore e si è tornati indietro. L'intenzione di escogitare sistemi per impedire al gioco di essere noioso c'è, chiaro, però finora mi sembra sia stata esercitata tutto sommato con giudizio.
Il problema secondo me è che, nuove o vecchie, si tratta di regole pensate prima che arrivasse il var e/o su cui l'impatto del var ha determinato distorsioni a cui in un modo o nell'altro bisogna porre rimedio. Il discorso dei rigori che fai tu è sicuramente uno di questi: se io attaccante so che andando giù al minimo contatto posso farmi fischiare un rigore su cui il var non potrà intervenire, è anche naturale che una volta che sto dentro l'area il primo pensiero anziché tirare sarà di cercare un falletto e sperare in bene; idem sulla mano che è sempre mano e su cui il var ti chiama sempre: tirarla addosso al difensore sperando che gli finisca sul braccio diventa una giocata legittima. E allora o cambi il protocollo, o metti i challenge, o aggiusti il regolamento ma qualcosa devi fare perché questa tendenza sta scappando di mano.
L'altro caso clamoroso secondo me è il fuorigioco, che è proprio la dimostrazione di come la pretesa della massima scientificità risulti nel massimo dell'aleatorio. Una regola pensata quando non esistevano le cineprese (l'attaccante deve stare in linea col difensore) che si ritrova applicata con uno strumento che spacca il millimetro. Per cui succede che posizioni uguali, tutte in linea e tutte buone, siano valutate diversamente a seconda di elementi imponderabili nella frazione di secondo tipo la mezza recchia più indietro o la punta di scapola più avanti. Anche qui, non ho idea di come si potrebbe sistemare la cosa: rimetti che deve esserci luce tra i giocatori? consideri solo i piedi? introduci una soglia di tolleranza entro la quale giudichi a discrezione? Non lo so, ma qualcosa bisogna inventarsi

rispondo sul fuorigioco: soglia di tolleranza, esempio gol di Acerbi a bergamo l'anno scorso. se la terna arbitrale ha giudicato regolare a velocità normale un fuorigioco di 5 cm, è giusto convalidare. 5 minuti lo scorso anno per annullare un gol, significa uccidere la passione.
se il fuorigioco fosse stato di 50-100cm giusto annullare. l'errore umano ci deve essere, la tecnologia può aiutare ma non rendere meccanico un gioco!
sul fallo di mani devi avere un metro di giudizio fisso, e quello devi mantenere.
foketto
Località: xxx
Messaggi: 1849
Iscritto il: 09/05/2019, 19:42

11/11/2019, 14:29

... per me in linea dovrebbe essere sempre fuorigioco : puoi fare che dalla metà campo magari no,cioè puoi delimitare questa regola entro gli ultimi 30 metri ad esempio, il VAR lo utilizzerei SOLTANTO per questo aspetto durante una partita o per i gol fantasma dentro/fuori linea non linea.

invece,per quanto riguarda il fallo di mano,beh io dico che da mezzo metro- a meno che non apri proprio le braccia-,non può essere rigore a meno che non ti trovi nell'area piccola e chiudi la visuale dello specchio della porta,per il tiro diretto insomma.

ecco,se ti metti a braccia aperte e mi impedisci il passaggio ad un compagno smarcato è rigore,altrimenti no ; se invece ti trovi a chiudere lo specchio quando ho calciato il pallone in porta,diventa rigore sempre : ma la palla deve essere indirizzata in porta.


così com'è adesso davvero mi sembra fuori dal mondo : uno non sa come fare è attorniato da 3 difensori avversari si inventa na pallonata innocua su una mano ed è rigore : e dai su,davvero americanate spicciole.


muore il calcio così, non è questione di "spettacolo". il calcio è contatto,tattica,studio e passione,non puoi mettere ste regole del cazzo altrimenti qua tra un pò facciamo pure che ogni 3 calci d'angolo è rigore come quando si giocava in piazzetta... ennamo no.
Questa Maglia quando ti entra nel cuore lo avvolge e ne assume le sembianze. Ma che ne sanno gli altri... (Fefè).
Gato
Messaggi: 1191
Iscritto il: 09/05/2019, 16:46

11/11/2019, 15:13

Per il fuorigioco, ci deve essere luce fra il tronco dell'attaccante e quello del difendente.
Così non ammazzi del tutto il calcio.
Kikkus
Messaggi: 678
Iscritto il: 11/05/2019, 23:05

11/11/2019, 19:29

ma tanto ce lo vediamo uguale pure se ci mettono le porte più larghe, più alte e la mischia da fallo laterale

fanno bene a pijacce per il culo su
Avatar utente
Stock
Messaggi: 1848
Iscritto il: 11/05/2019, 22:29

11/11/2019, 22:03

Gato ha scritto:Per il fuorigioco, ci deve essere luce fra il tronco dell'attaccante e quello del difendente.
Così non ammazzi del tutto il calcio.
Questa tra tutte per me era l'interpretazione migliore. Vedere fuorigiochi di mezzo cm fa ridere, anche perché ti devi fidare della buona fede di chi ha scelto il fotogramma in cui secondo lui il pallone si stacca dal piede.
Per il resto secondo me tanti cambiamenti ma in fondo nessun cambiamento. Il var aiuta su determinate cose, ma seriamente non capisco come sia possibile dare rigori come quello di ieri per il lecce, per dire. Sul fallo di mano, il problema è la regola. Troppa zona grigia. Tocca la mano? Allora è rigore. Da un metro, da dieci, da un centimetro. Volontario involontario movimento congruo tutte cazzate. Mano è mano, tanto è vero che a centrocampo al 90% le fischiano tutte senza pensarci troppo.
Poi che il var debba essere su chiamata e massimo una volta a testa (esclusi fuorigiochi sui gol) io lo dico da 3 anni.
foketto
Località: xxx
Messaggi: 1849
Iscritto il: 09/05/2019, 19:42

17/11/2019, 16:06

Stock ha scritto:
11/11/2019, 22:03
Gato ha scritto:Per il fuorigioco, ci deve essere luce fra il tronco dell'attaccante e quello del difendente.
Così non ammazzi del tutto il calcio.
Questa tra tutte per me era l'interpretazione migliore. Vedere fuorigiochi di mezzo cm fa ridere, anche perché ti devi fidare della buona fede di chi ha scelto il fotogramma in cui secondo lui il pallone si stacca dal piede.
Per il resto secondo me tanti cambiamenti ma in fondo nessun cambiamento. Il var aiuta su determinate cose, ma seriamente non capisco come sia possibile dare rigori come quello di ieri per il lecce, per dire. Sul fallo di mano, il problema è la regola. Troppa zona grigia. Tocca la mano? Allora è rigore. Da un metro, da dieci, da un centimetro. Volontario involontario movimento congruo tutte cazzate. Mano è mano, tanto è vero che a centrocampo al 90% le fischiano tutte senza pensarci troppo.
Poi che il var debba essere su chiamata e massimo una volta a testa (esclusi fuorigiochi sui gol) io lo dico da 3 anni.
si ma scusa na cosa però : tu entri in area palla al piede diciamo verso il calcio d'angolo ,alzi la testa e ti trovi due difensori davanti a te e tutti i tuoi compagni marcati strettamente.. cosa fai?! tiri una pallonata alla come viene,nel senso che miri il braccio del difensore e ti fischiano il rigore anche se la palla,pur passando,non sarebbe mai arrivata al tuo compagno di squadra.

boh,a me sembra proprio una forzatura : io un rigore come quello che ci hanno fischiato contro (nella partita con il Lecce) non lo darei mai,ma sinceramente non assegnerei neanche quello che ci hanno fischiato a favore.


è vero che poi però resta la "discrezionalità" dell'arbitro ,nel senso che se non metti regole rigide poi la cosiddetta discrezionalità va sempre a favore di determinate squadre,questo lo devo ammettere.
Questa Maglia quando ti entra nel cuore lo avvolge e ne assume le sembianze. Ma che ne sanno gli altri... (Fefè).
Avatar utente
Stock
Messaggi: 1848
Iscritto il: 11/05/2019, 22:29

17/11/2019, 19:50

Il difensore mette le mani dietro la schiena e problema risolto.
foketto
Località: xxx
Messaggi: 1849
Iscritto il: 09/05/2019, 19:42

17/11/2019, 19:58

Stock ha scritto:
17/11/2019, 19:50
Il difensore mette le mani dietro la schiena e problema risolto.
si,se ti trovi a contrastare da fermo : ma se hai giocato a calcio come penso,sai benissimo che anche in mezzo movimento è normale muoversi.

boh,secondo me tutte ste regole inficiano e di molto la naturalezza del gioco del calcio. me pare un videogioco e neanche di buon livello.
Questa Maglia quando ti entra nel cuore lo avvolge e ne assume le sembianze. Ma che ne sanno gli altri... (Fefè).
Avatar utente
Massy73
Messaggi: 1958
Iscritto il: 11/05/2019, 22:28

18/11/2019, 11:03

Visto che le persone partite ormai durano 100 minuti potrebbero fare due tempi da 40 minuti.

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

Concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur
Avatar utente
Stefano Igor
Località: Valtriano
Messaggi: 715
Iscritto il: 12/05/2019, 10:32

20/11/2019, 17:36

Il calcio e le sue regole non si adattano bene alla tecnologia. Ci sono polemiche con il Var in numero uguale a quando non c'era. Una decisione giusta una sbagliata e il bilancio è zero. Però ci sono le esultanze rimangiate, i rigori "abbiamo scherzato", e altre belle cose che abbiamo visto di persona.

Per aggiustare questa discordanza tra un gioco dinamico di movimento e le riprese piatte e ferme, fanno regole sempre più cervellotiche che manco gli arbitri capiscono.

Con il fallo di mano ormai è una farsa. Con il fuorigioco pure, il tacco dietro, il pisello avanti.. e non parlo manco di quelle linee immaginarie, che prendono ben oltre lo spazio di pochi centimetri da interpretare.
Avatar utente
ValerioFiori
Località: Roma
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/05/2019, 1:21

04/12/2019, 12:44

Il presidente dell’Uefa all’attacco della Var: “Se hai il naso lungo, sei in fuorigioco”
Ceferin propone una tolleranza di 15-20 centimetri a contesta la regola sul fallo di mano

«Se hai il naso lungo, adesso sei in fuorigioco». Comincia così, con una battuta tagliente, la lunga intervista del presidente dell'Uefa, Aleksander Ceferin, al quotidiano Daily Mirror. Il numero 1 del calcio europeo propone una specie di tolleranza per il fuorigioco alla Var. «Anche le linee - dice - sono tracciate dagli addetti alla Var, che sono chiamati a intervenire soggettivamente su qualcosa di oggettivo. Discuteremo con la nostra divisione arbitri per mantenere una tolleranza di 10-20 centimetri sul fuorigioco».
er quanto riguarda il fallo di mani, Ceferin sostiene che «tutti i migliori allenatori delle squadre europee, quando il nostro capo degli arbitri Rosetti ha mostrato un caso di fallo di mano, si sono divisi: la metà ha detto si, l'altro metà invece no». «La regola non è chiara - aggiunge -: in Inghilterra la Var non viene quasi mai controllata, in Italia viene controllata per mezz'ora in ogni episodio. È un casino. Personalmente non sono mai stato un grande fan della Var ma, se diciamo che non verrà più usata, ci uccidono». «Va bene se non fischi qualcuno che si trova in fuorigioco per un solo centimetro - conclude Ceferin - perché il significato del fuorigioco è avere qualche tipo di vantaggio».


https://www.lastampa.it/sport/calcio/20 ... 1.38052141
Arimettite ndo stavi quando amo segnato
Avatar utente
Stock
Messaggi: 1848
Iscritto il: 11/05/2019, 22:29

03/01/2020, 13:37

E infatti adesso si legge che nei casi in cui ballano pochi centimetri il var non interverrà e verrà mantenuta la decisione del guardalinee.
Un passo avanti e tre indietro.
Avatar utente
ValerioFiori
Località: Roma
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/05/2019, 1:21

03/01/2020, 19:47

Ottima notizia

Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk

Arimettite ndo stavi quando amo segnato
losaidiconoche
Messaggi: 210
Iscritto il: 11/05/2019, 22:01

03/01/2020, 23:02

Porco due , gli piace proprio potersi rigirare la frittata come cazzo gli pare .

Che poi sta cosa del chiaro errore me la devono spiegare, cioè posso capire su altre cose (anche se non so d’accordo), ma sul fuorigioco non può esistere un “chiaro errore”. O è errore, o non lo è. Niente vie di mezzo.

Era l’unica cosa bona del var, se la so rigirata.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Pavese
Messaggi: 155
Iscritto il: 11/05/2019, 22:10

03/01/2020, 23:36

Chi auspicava la moviola in campo era Aldo Biscardi, tanto mi basta per stabilire che la Var è 'na cazzata. torniamo sempre al solito discorso: chi controlla il controllore?
Avatar utente
ValerioFiori
Località: Roma
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/05/2019, 1:21

04/01/2020, 0:14

Ad ogni modo pare che la notizia sia grandemente esagerata e che, almeno per il prevedibile futuro, tutto debba rimanere com'è.

https://www.lucamarelli.it/ifab-cambio- ... -accaduto/

Ed è un peccato. Ripeto, per me il modo con cui viene attualmente applicato il fuorigioco col var è un'ignominia: posizioni, tutte in linea e tutte buonissime, chiamate cinque minuti dopo perché al dodicesimo replay c'è la proiezione ortogonale della recchia dell'attaccante che sta quattro centimetri più avanti del parastinco del difensore, gol buonissimi col tocco del difensore che ti rimette in gioco ma che invece diventano da annullare perché, a rivederli abbastanza, viene il sospetto che il difensore mica fosse così convinto di volerla toccare e allora non è più giocata ma diventa tocco eccetera eccetera.

Noi ci ricordiamo Acerbi a Bergamo (e giustamente ancora bestemmiamo), ma di orrori del genere ne capitano ogni giornata in serie a (per tacere dello scempio che si è visto in premier a cavallo delle feste) ed è un problema a cui va trovata una soluzione. Non dico che il var debba smettere di controllare il fuorigioco, perché il chiaro errore c'è anche lì: prendi il gol di Correa a Firenze, che in diretta sembra fuorigioco di un chilometro ma che al primo secondo del primo replay è evidente essere in gioco di tanto così e viene giustamente convalidato. Ma se la posizione è in linea e il guardalinee la chiama buona (o se è avanti e la chiama fuorigioco) e dal primo replay non emerge chiaramente che la chiamata è sbagliata, allora non deve esserci proiezione della recchia che tenga.

Quale sia il modo per salvaguardare questo basilare principio di civiltà non lo so. Però qualcosa bisogna inventarsela perché così come funziona adesso ha smesso di essere calcio ed è diventato l'incubo cyberpunk

Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk





Arimettite ndo stavi quando amo segnato
losaidiconoche
Messaggi: 210
Iscritto il: 11/05/2019, 22:01

04/01/2020, 18:37

ValerioFiori ha scritto:Ad ogni modo pare che la notizia sia grandemente esagerata e che, almeno per il prevedibile futuro, tutto debba rimanere com'è.

https://www.lucamarelli.it/ifab-cambio- ... -accaduto/

Ed è un peccato. Ripeto, per me il modo con cui viene attualmente applicato il fuorigioco col var è un'ignominia: posizioni, tutte in linea e tutte buonissime, chiamate cinque minuti dopo perché al dodicesimo replay c'è la proiezione ortogonale della recchia dell'attaccante che sta quattro centimetri più avanti del parastinco del difensore, gol buonissimi col tocco del difensore che ti rimette in gioco ma che invece diventano da annullare perché, a rivederli abbastanza, viene il sospetto che il difensore mica fosse così convinto di volerla toccare e allora non è più giocata ma diventa tocco eccetera eccetera.

Noi ci ricordiamo Acerbi a Bergamo (e giustamente ancora bestemmiamo), ma di orrori del genere ne capitano ogni giornata in serie a (per tacere dello scempio che si è visto in premier a cavallo delle feste) ed è un problema a cui va trovata una soluzione. Non dico che il var debba smettere di controllare il fuorigioco, perché il chiaro errore c'è anche lì: prendi il gol di Correa a Firenze, che in diretta sembra fuorigioco di un chilometro ma che al primo secondo del primo replay è evidente essere in gioco di tanto così e viene giustamente convalidato. Ma se la posizione è in linea e il guardalinee la chiama buona (o se è avanti e la chiama fuorigioco) e dal primo replay non emerge chiaramente che la chiamata è sbagliata, allora non deve esserci proiezione della recchia che tenga.

Quale sia il modo per salvaguardare questo basilare principio di civiltà non lo so. Però qualcosa bisogna inventarsela perché così come funziona adesso ha smesso di essere calcio ed è diventato l'incubo cyberpunk

Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk
Allora se vogliamo vedere la malafede in tutto, allora la vedremo sempre in tutto.

Perché se stiamo a pensare che “eh ma si vedono il fotogramma che gli pare a loro”

“Eh ma si scelgono la telecamera che gli piace a loro”

Come la mettiamo la mettiamo, il modo per incularci lo troveranno sempre, sia con il var, sia senza var. Anche se senza var secondo me hanno il lavoro molto più semplice. Però è giustamente una opinione la mia.

Se invece, da persone per bene, vogliamo immaginare che la malafede non ci sia (e io cerco di pensarla così) ti dico che tutti i discorsi che hai fatto sono sbagliati. La regola è semplice: se l’attaccante si ritrova con una parte del corpo con la quale è possibile far goal anche un solo millimetro aldilà dell’ultimo difensore è fuorigioco. Quindi giusto usare il var.

Ci sono delle cose opinabili: un contrasto anche se sul corpo c’è chi lo giudica fallo, chi invece lascia correre di più, ci sono arbitri e arbitri, quindi il
Var più di tanto non può intervenire, ed è a discrezione dell’arbitro.

Invece goal Fantasma e fuorigioco non sono opinabili, o lo sono o non lo sono. Non c è via di mezzo, né discrezionalità. Deve essere il var a decidere.



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
ValerioFiori
Località: Roma
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/05/2019, 1:21

04/01/2020, 19:11

losaidiconoche ha scritto:
ValerioFiori ha scritto:Ad ogni modo pare che la notizia sia grandemente esagerata e che, almeno per il prevedibile futuro, tutto debba rimanere com'è.

https://www.lucamarelli.it/ifab-cambio- ... -accaduto/

Ed è un peccato. Ripeto, per me il modo con cui viene attualmente applicato il fuorigioco col var è un'ignominia: posizioni, tutte in linea e tutte buonissime, chiamate cinque minuti dopo perché al dodicesimo replay c'è la proiezione ortogonale della recchia dell'attaccante che sta quattro centimetri più avanti del parastinco del difensore, gol buonissimi col tocco del difensore che ti rimette in gioco ma che invece diventano da annullare perché, a rivederli abbastanza, viene il sospetto che il difensore mica fosse così convinto di volerla toccare e allora non è più giocata ma diventa tocco eccetera eccetera.

Noi ci ricordiamo Acerbi a Bergamo (e giustamente ancora bestemmiamo), ma di orrori del genere ne capitano ogni giornata in serie a (per tacere dello scempio che si è visto in premier a cavallo delle feste) ed è un problema a cui va trovata una soluzione. Non dico che il var debba smettere di controllare il fuorigioco, perché il chiaro errore c'è anche lì: prendi il gol di Correa a Firenze, che in diretta sembra fuorigioco di un chilometro ma che al primo secondo del primo replay è evidente essere in gioco di tanto così e viene giustamente convalidato. Ma se la posizione è in linea e il guardalinee la chiama buona (o se è avanti e la chiama fuorigioco) e dal primo replay non emerge chiaramente che la chiamata è sbagliata, allora non deve esserci proiezione della recchia che tenga.

Quale sia il modo per salvaguardare questo basilare principio di civiltà non lo so. Però qualcosa bisogna inventarsela perché così come funziona adesso ha smesso di essere calcio ed è diventato l'incubo cyberpunk

Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk
Allora se vogliamo vedere la malafede in tutto, allora la vedremo sempre in tutto.

Perché se stiamo a pensare che “eh ma si vedono il fotogramma che gli pare a loro”

“Eh ma si scelgono la telecamera che gli piace a loro”

Come la mettiamo la mettiamo, il modo per incularci lo troveranno sempre, sia con il var, sia senza var. Anche se senza var secondo me hanno il lavoro molto più semplice. Però è giustamente una opinione la mia.

Se invece, da persone per bene, vogliamo immaginare che la malafede non ci sia (e io cerco di pensarla così) ti dico che tutti i discorsi che hai fatto sono sbagliati. La regola è semplice: se l’attaccante si ritrova con una parte del corpo con la quale è possibile far goal anche un solo millimetro aldilà dell’ultimo difensore è fuorigioco. Quindi giusto usare il var.

Ci sono delle cose opinabili: un contrasto anche se sul corpo c’è chi lo giudica fallo, chi invece lascia correre di più, ci sono arbitri e arbitri, quindi il
Var più di tanto non può intervenire, ed è a discrezione dell’arbitro.

Invece goal Fantasma e fuorigioco non sono opinabili, o lo sono o non lo sono. Non c è via di mezzo, né discrezionalità. Deve essere il var a decidere.



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
In realtà di malafede non ho parlato, perché è il discorso con la malafede nulla ha a che vedere. Il punto è un altro e provo a rispiegarlo. La regola del fuorigioco così come è formulata (l'attaccante deve essere in linea col difensore) è stata pensata per uno sport di movimento in un momento in cui cara grazia se esistevano le cineprese. Applicarla col fermo immagine mediante uno strumento che spacca il millimetro comporta inevitabilmente delle distorsioni.

Rifaccio l'esempio del gol di Acerbi perché ce lo ricordiamo tutti: una posizione perfettamente in linea, che viene valutata tale in diretta e che dai replay appare buona non può essere invalidata dopo cinque minuti di incroci trigonometrici perché viene fuori che c'è una fetta di tallone che sta tre centimetri più avanti del parastinco di masiello.

Lo so che la lettera della regola questo prescrive. Però se il prezzo da pagare alla lettera della regola è, se non uccidere, almeno ferire gravemente il calcio (sfido chiunque a dire che è bello e va bene ingoiarsi l'esultanza e stare cinque minuti a chiappe strette aspettando il verdetto del macchinario), allora bisogna intervenire o sulla lettera stessa o sulla sua applicazione.

(gol fantasma altro discorso, lì è dato oggettivo puro che coinvolge unicamente palla e riga e la tecnologia come è usata adesso va benissimo)

Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk



Arimettite ndo stavi quando amo segnato
losaidiconoche
Messaggi: 210
Iscritto il: 11/05/2019, 22:01

04/01/2020, 19:26

ValerioFiori ha scritto:
losaidiconoche ha scritto:
ValerioFiori ha scritto:Ad ogni modo pare che la notizia sia grandemente esagerata e che, almeno per il prevedibile futuro, tutto debba rimanere com'è.

https://www.lucamarelli.it/ifab-cambio- ... -accaduto/

Ed è un peccato. Ripeto, per me il modo con cui viene attualmente applicato il fuorigioco col var è un'ignominia: posizioni, tutte in linea e tutte buonissime, chiamate cinque minuti dopo perché al dodicesimo replay c'è la proiezione ortogonale della recchia dell'attaccante che sta quattro centimetri più avanti del parastinco del difensore, gol buonissimi col tocco del difensore che ti rimette in gioco ma che invece diventano da annullare perché, a rivederli abbastanza, viene il sospetto che il difensore mica fosse così convinto di volerla toccare e allora non è più giocata ma diventa tocco eccetera eccetera.

Noi ci ricordiamo Acerbi a Bergamo (e giustamente ancora bestemmiamo), ma di orrori del genere ne capitano ogni giornata in serie a (per tacere dello scempio che si è visto in premier a cavallo delle feste) ed è un problema a cui va trovata una soluzione. Non dico che il var debba smettere di controllare il fuorigioco, perché il chiaro errore c'è anche lì: prendi il gol di Correa a Firenze, che in diretta sembra fuorigioco di un chilometro ma che al primo secondo del primo replay è evidente essere in gioco di tanto così e viene giustamente convalidato. Ma se la posizione è in linea e il guardalinee la chiama buona (o se è avanti e la chiama fuorigioco) e dal primo replay non emerge chiaramente che la chiamata è sbagliata, allora non deve esserci proiezione della recchia che tenga.

Quale sia il modo per salvaguardare questo basilare principio di civiltà non lo so. Però qualcosa bisogna inventarsela perché così come funziona adesso ha smesso di essere calcio ed è diventato l'incubo cyberpunk

Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk
Allora se vogliamo vedere la malafede in tutto, allora la vedremo sempre in tutto.

Perché se stiamo a pensare che “eh ma si vedono il fotogramma che gli pare a loro”

“Eh ma si scelgono la telecamera che gli piace a loro”

Come la mettiamo la mettiamo, il modo per incularci lo troveranno sempre, sia con il var, sia senza var. Anche se senza var secondo me hanno il lavoro molto più semplice. Però è giustamente una opinione la mia.

Se invece, da persone per bene, vogliamo immaginare che la malafede non ci sia (e io cerco di pensarla così) ti dico che tutti i discorsi che hai fatto sono sbagliati. La regola è semplice: se l’attaccante si ritrova con una parte del corpo con la quale è possibile far goal anche un solo millimetro aldilà dell’ultimo difensore è fuorigioco. Quindi giusto usare il var.

Ci sono delle cose opinabili: un contrasto anche se sul corpo c’è chi lo giudica fallo, chi invece lascia correre di più, ci sono arbitri e arbitri, quindi il
Var più di tanto non può intervenire, ed è a discrezione dell’arbitro.

Invece goal Fantasma e fuorigioco non sono opinabili, o lo sono o non lo sono. Non c è via di mezzo, né discrezionalità. Deve essere il var a decidere.



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
In realtà di malafede non ho parlato, perché è il discorso con la malafede nulla ha a che vedere. Il punto è un altro e provo a rispiegarlo. La regola del fuorigioco così come è formulata (l'attaccante deve essere in linea col difensore) è stata pensata per uno sport di movimento in un momento in cui cara grazia se esistevano le cineprese. Applicarla col fermo immagine mediante uno strumento che spacca il millimetro comporta inevitabilmente delle distorsioni.

Rifaccio l'esempio del gol di Acerbi perché ce lo ricordiamo tutti: una posizione perfettamente in linea, che viene valutata tale in diretta e che dai replay appare buona non può essere invalidata dopo cinque minuti di incroci trigonometrici perché viene fuori che c'è una fetta di tallone che sta tre centimetri più avanti del parastinco di masiello.

Lo so che la lettera della regola questo prescrive. Però se il prezzo da pagare alla lettera della regola è, se non uccidere, almeno ferire gravemente il calcio (sfido chiunque a dire che è bello e va bene ingoiarsi l'esultanza e stare cinque minuti a chiappe strette aspettando il verdetto del macchinario), allora bisogna intervenire o sulla lettera stessa o sulla sua applicazione.

(gol fantasma altro discorso, lì è dato oggettivo puro che coinvolge unicamente palla e riga e la tecnologia come è usata adesso va benissimo)

Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk
No, lo so che non parlavi di malafede, quando parlavo di malafede facevo un rsgionemnto più generale, per dire che se si pensa che c’è malafede ci sarà sempre, con o senza var.

Per il resto non sono d’accordo con te, ma rispetto la tua opinione e anzi da un lato devo dirti la comprendo anche, però allora ti dico che per me la soluzione è cambiare la regola, non è cambiare l’utilizzo del var su una cosa che è oggettiva come il fuorigioco. Perché anzi così si da spazio ad ulteriori interpretazioni (quale sarebbe la linea di confine tra var che può intervenire e var che non può? 10 cm? E se sono 10,5 che fai? E se sono 9,5? Ecc ecc.. non so se mi sono spiegato).

Poi purtroppo sai io sono uno che pensa che dovrebbe essere il var ad arbitrare, l’arbitro in campo dovrebbe esserci solo per gestire l’andamento del gioco, ma in realtà manco quello...

Ma scusatemi mi dite che mi rappresenta che il var può cambiare un giallo in un rosso, ma non può chiamare un secondo giallo se l’arbitro non se ne accorge (o lo valuta male)?

Oppure se un goal nasce, ad esempio, da un fallo inesistente sulla trequarti: cross in mezzo e goal sugli sviluppi di quella punizione. Il var non può intervenire per annullare la punizione.

Però se invece un calciatore fa fallo in attacco a centrocampo e sugli sviluppi di quell’azione si segna può annullare il goal.

Ma che mi rappresenta scusate? Il var per me dovrebbe intervenire SEMPRE, e se per poter fare questo bisogna inserire il tempo effettivo ben venga.

Ovviamente opinione personale.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Stock
Messaggi: 1848
Iscritto il: 11/05/2019, 22:29

04/01/2020, 20:08

Io penso che il problema non è il var, è il regolamento. A me non dispiaceva la regola secondo cui doveva esserci luce tra attaccante e difensore, evitavi le questioni di millimetri o i fuorigiochi di spalla o di naso. Tra l'altro col var sarebbe immediata la valutazione, mentre con la regola attuale tante volte il dubbio non lo toglie manco il fermo immagine.
Il var è una tecnologia, di per sé è solo uno strumento. Io la userei per il gol fantasma e per i fuorigiochi (con nuova regola) e basta, e metterei una chiamata a partita per ciascun allenatore per le altre situazioni, con immagini mandate in tempo reale anche sui maxischermi dello stadio (non ho mai capito perché ce deve esse il segreto su quello che vede l'arbitro per chi sta in campo). Togli la discrezione all'assistente di chiamarlo quando gli pare a lui e limiti le chiamate durante le partite.
A me sta anche bene voler allentare un po' la regola del fuorigioco, non mi sta bene per niente che in caso di errore, col var a disposizione, si possa decidere di lasciar correre a discrezione dell'arbitro/var/guardalinee. Arriveremo al 100% a casi in cui lo stesso fuorigioco in una partita viene corretto, in quella dopo no, e non avremo risolto niente.
Avatar utente
ValerioFiori
Località: Roma
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/05/2019, 1:21

20/01/2020, 21:18

https://politiken.dk/sport/fodbold/supe ... -i-England

In Danimarca mettono il var dalla prossima stagione, e sul fuorigioco si sono inventati una cosa che mi pare abbastanza intelligente: chiamata del guardalinee, la sala var ha 25 secondi per controllare se è sbagliata, se entro quei 25 secondi non fa in tempo, allora decade il chiaro ed evidente errore ed è buona la chiamata del guardalinee
Arimettite ndo stavi quando amo segnato
Gato
Messaggi: 1191
Iscritto il: 09/05/2019, 16:46

20/01/2020, 23:02

ValerioFiori ha scritto:https://politiken.dk/sport/fodbold/supe ... -i-England

In Danimarca mettono il var dalla prossima stagione, e sul fuorigioco si sono inventati una cosa che mi pare abbastanza intelligente: chiamata del guardalinee, la sala var ha 25 secondi per controllare se è sbagliata, se entro quei 25 secondi non fa in tempo, allora decade il chiaro ed evidente errore ed è buona la chiamata del guardalinee
Geni.

Sent from my MI CC 9 using Tapatalk

simoferr83
Località: Roma
Messaggi: 562
Iscritto il: 12/05/2019, 7:32

21/01/2020, 6:47

Gato ha scritto:
20/01/2020, 23:02
ValerioFiori ha scritto:https://politiken.dk/sport/fodbold/supe ... -i-England

In Danimarca mettono il var dalla prossima stagione, e sul fuorigioco si sono inventati una cosa che mi pare abbastanza intelligente: chiamata del guardalinee, la sala var ha 25 secondi per controllare se è sbagliata, se entro quei 25 secondi non fa in tempo, allora decade il chiaro ed evidente errore ed è buona la chiamata del guardalinee
Geni.

Sent from my MI CC 9 using Tapatalk
è quello che fanno in america con l'NFL da un bel pezzo: se anche dopo i replay la situazione non è così lampante da "invertire" la chiamata, ma è questione di centimetri ed interpretabilità, allora vale la scelta chiamata "a caldo" dagli arbitri sul campo
Avatar utente
ValerioFiori
Località: Roma
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/05/2019, 1:21

06/03/2020, 14:12

Ben svegliato



Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk

Arimettite ndo stavi quando amo segnato
Avatar utente
Massy73
Messaggi: 1958
Iscritto il: 11/05/2019, 22:28

06/03/2020, 14:15

ValerioFiori ha scritto:Ben svegliato



Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk
Praticamente quanto successo sabato in Lazio bologna.
Concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur
Avatar utente
ValerioFiori
Località: Roma
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/05/2019, 1:21

06/03/2020, 14:18

Massy73 ha scritto:
ValerioFiori ha scritto:Ben svegliato



Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk
Praticamente quanto successo sabato in Lazio bologna.
Secondo gol del Bologna per me buonissimo. Poi è ovvio che se il regolamento prevede altrimenti va annullato e non ci sono discussioni.
Però al di là dei singoli episodi, un problema gigantesco col fuorigioco è sempre più evidente che c'è, e prima si fa qualcosa per risolverlo e meglio è

Inviato dal mio D6603 utilizzando Tapatalk

Arimettite ndo stavi quando amo segnato
Avatar utente
Massy73
Messaggi: 1958
Iscritto il: 11/05/2019, 22:28

06/03/2020, 14:25

Per come intendo io il calcio era buono pure il primo. Per le regole attuali giusto annullarli.
Concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur
Avatar utente
aquila67
Località: Sperlonga
Messaggi: 123
Iscritto il: 14/05/2019, 19:16

07/03/2020, 0:15

Il poter annullare i due gol del Bologna è quanto di più giusto, la dimostrazione migliore di come il var può fare del bene al calcio, eliminando qualsiasi recriminazione.
Il calcio si gioca con i piedi. Toccare il pallone con le mani può essere considerato veniale quando non è volontario, salvo che quel tocco non salvi una rete altrimenti fatta o procuri una rete nell’immediato . Giusto annullare anche la rete di Ibra, se il fallo di mano fosse avvenuto prima della giocata di un altro giocatore , non sarebbe stato da considerare “immediato”.
Il fuorigioco è una regola. La si può cambiare e possiamo discuterne, ma deve essere applicata.
Piuttosto che senso ha la segnalazione dei guardalinee? Basta un cenno dal var! Come sul gol/non gol. Come pure andrebbe usata la tecnologia sui falli laterali e su calcio d’angolo o fallo di fondo per determinare senza dubbio alcuno chi deve rimettere in gioco la palla.
Avatar utente
ValerioFiori
Località: Roma
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/05/2019, 1:21

09/04/2020, 14:17

https://www.theifab.com/document/for-football-bodies

In sostanza le novità sono che: se sul rigore il portiere si muove prima e l'attaccante se lo caca palo o fuori, il rigore non si ripete; sui falli di mano il confine tra braccio e spalla "è definito dalla base dell'ascella" (c'è anche il diagramma, giuro) e i falli di mano in attacco si fischiano solo se a immediato ridosso di occasione da gol; sul fuorigioco il mani volontario di un difensore in presenza di un attaccante avversario in fuorigioco non è fallo. Più altra roba più o meno tutta già applicata a livello materiale.

EDIT - non avevo capito una mazza: se l'attaccante in fuorigioco riceve palla in conseguenza di un fallo di mano del difensore, la posizione di fuorigioco è sanata
Arimettite ndo stavi quando amo segnato
Caronte
Località: Roma
Messaggi: 21
Iscritto il: 02/05/2020, 18:46

12/05/2020, 14:35

Secondo me la formazione dovrebbe esse
1) strakosha
2) bastos ; acerbi ; radu
3) Lazzaro ; milinkovic ; leiva ; Luis Alberto ; lukaku
4) Correa ; caicedo

No ai ciri
Caronte conduce anime romanisti verso il baratro

Torna a “Il calcio in testa”